Posizione corrente:

Campo Toscana giovani


Data di termine: 24.07.2015


Sentirsi apostrofare, una sera, da un gruppo di giovani in barca per i fossi con un boia deh dallo strano accento non è probabilmente cosa da tutti i giorni. Chissà se qualcuno, fra coloro cui è capitato a Luglio del 2013, 2014 e 2015, avrà pensato a tutti gli stranieri che, nel corso dei secoli, son transitati per la nostra città quando questa era davvero internazionale.

In realtà si trattava molto più semplicemente di uno dei tanti tour effettuati dai 15 giovani partecipanti al Campo Toscana giovani del Lions Club toscano, per tre anni organizzato e diretto da Marco Rossi del Lions Club Livorno Host. Soggetto a turnazioni triennali, in passato era risieduto altrove (2004-6 in Garfagnana, 2008-10 a Viareggio, 2011-3 a Grosseto) e dal 2016 risiederà a Prato. Sorta nel 1961 a livello internazionale ed in Toscana dal 1988, l’iniziativa regionale ha ospitato ad oggi oltre 250 giovani di età compresa fra i 17 ed i 21 anni e di provenienza da tutto il mondo.

Ogni anno il programma ha previsto visite di Firenze, Prato, Pistoia, Collodi, Populonia (parco etrusco), Suvereto (parco archeominerario e rocca di San Silvestro), Cecina, Pisa, Lucca e montagne lucchesi (Vico Pancellorum e ponte sospeso), Carrara e cave di marmo, Volterra, Larderello e San Gimignano, Siena, Pontremoli, Vinci, San Marcello Pistoiese per complessivi 4.100 chilometri.

Ogni anno nel corso dei 14 giorni di residenza presso l’Hotel Rex di Antignano, in mezzo ad attività ricreative (nuoto, pallavolo in acqua, ping pong, biliardo, caccia al tesoro, stroia di Livorno, test culturali, karaoke e disco), in città, dopo la presentazione all’Amministrazione Comunale rappresentata dal vice sindaco Stella Sorgente, si sono effettuate visite al Museo della Balena, in Accademia, al Santuario di Montenero, in pizzeria per la torta e la spuma ed appunto, come detto all’inizio, in giro notturno dei fossi in barca. In totale sono stati ospitati 43 giovani provenienti da 18 nazioni diverse.