Posizione corrente:

Defibrillatore donato al Comune di Livorno


Cardioproteggiamo la nostra città

Data di termine: 30.06.2016


“Un bellissimo gesto di donazione che accogliamo con entusiasmo, segno evidente della preziosa attività di servizio alla collettività che il Club porta avanti da diversi anni.”

Con queste parole, il 30 giugno 2015, l’assessore comunale al sociale Ina Dhimgjini ringraziò il Lions Club Livorno Host per aver donato al Comune un defibrillatore di alto livello.

La consegna fu effettuata dal presidente 2014-15 del club Gianluca Giovannini e dal cardiologo dell’Associazione Amici del Cuore “Tonino Pacella” onlus Glauco Magini, anche socio del club. Alla consegna a Palazzo Civico presenziarono pure Riccardo Saller, Alessandra Giacomelli e Maria Grazia Ambrosini dell’ufficio Tributi, oltre a Gino Baldi presidente del club 2013-14.

Il defibrillatore era un modello Samaritan PAD 500P della Heartsine, distribuito in Italia dalla Emd 118, considerato il top dei defibrillatori in quanto, grazie ad un sistema di cardiografia ad impedenza, non solo defibrilla, ma guida il soccorritore anche alla corretta esecuzione del massaggio cardiaco. Lo strumento era dotato delle certificazioni di legge fornite dall’Associazione Amici del Cuore che fu incaricata di provvedere gratuitamente ad eseguire la formazione di un sufficiente numero di dipendenti comunali degli uffici di via Marradi per l’utilizzo del macchinario.

La sede comunale di via Marradi 118 ospita l’Ufficio Tributi e Patrimonio, che consiste in una quarantina di persone con un centinaio di persone nell’intero complesso, ed il 21 maggio precedente aveva registrato il caso di una impiegata colpita da crisi cardiaca ma prontamente salvata dai colleghi che le praticarono massaggio cardiaco e respirazione bocca a bocca.

Il defibrillatore non è un dono spot ma un ulteriore dimostrazione della nostra attività volta alla cardioprotezione dei cittadini. Sottolineò nell’occasione Giovannini, ricordando precedenti donazioni di simili strumenti da parte del Lions Club Livorno Host al Teatro Goldoni ed alla scuola “G. Bartolena”, oltre all’attrezzatura cardiologica per una ambulanza della Misericordia di Montenero.

Ogni anno in Italia circa sessantamila persone vanno incontro ad arresto cardiaco e poche sopravvivono, ma se vicine a persone in grado di effettuare una rianimazione cardiopolmonare e di usare un defibrillatore potrebbero salvarsene almeno quindicimila.

Per questo motivo alcuni dipendenti degli uffici comunali di Livorno si sono poi dedicati con grande impegno a seguire il previsto corso di “Esecutore del supporto vitale di base e defibrillazione”. La cerimonia di consegna degli attestati si è svolta nella mattina di giovedì 26 novembre 2015 in via Marradi 118 presso la sala riunioni degli uffici del Comune ed ha visto nuovamente la partecipazione dell’assessore al sociale Ina Dhimgjini, del Lions Club Livorno Host e dell’associazione Amici del cuore.

La sicurezza nei luoghi di lavoro ha un’importanza fondamentale. Da parte del Comune è infatti in opera un censimento per capire quante strutture ancora necessitino di un defibrillatore. Sono state le parole dell’assessore in questa occasione.

Alla consegna era presente anche il presidente del Lions Club Livorno Host 2015-16 Duccio Cecchetti ed il dottor Parlanti, dirigente dell’Ufficio Tributi. Per il Lions Club Livorno Host il cardiologo Magini ha precisato: Ogni anno facciamo campagne di sensibilizzazione e formiamo nuove persone affinché si possano salvare più vite possibile.

Anche per l’annata 2015-16 il Lions Club Livorno Host prevede, fra i suoi service, la donazione di un defibrillatore in città.